Jerez, 20 ottobre 2017. Al circuito di Jerez de la Frontera termina una prima giornata di prove libere positiva per il team Kawasaki Puccetti Racing. Sylvain Guintoli, di ritorno nel paddock del campionato delle derivate di serie per i due round conclusivi della stagione 2017 con la squadra di Reggio Emilia, chiude con il nono tempo complessivo il suo debutto in sella alla Kawasaki ZX-10RR.
Dopo un primo turno del mattino concluso in 13esima posizione in 1’42.065, dedicato ad apprendere il comportamento della moto giapponese, nelle FP2 Guintoli ha continuato a migliorare ad ogni passaggio sul traguardo.
Grazie ad un giro veloce in 1’41.194, proprio allo scadere del tempo disponibile, il francese chiude in nona posizione, guadagnando l’accesso diretto alla Superpole 2.

Facendo uso della sua esperienza e dei dati raccolti, il pilota e la squadra sono già al lavoro per migliorare l’assetto della Kawasaki in vista delle qualifiche ufficiali e di Gara 1 in programma domani alle ore 13:00 locali.

 

Sylvain Guintoli #05, P9 (1’41.194)
“La giornata di oggi é stata davvero molto positiva. Ho avuto diverse esperienze in passato con moto diverse e ora ho l’opportunità di provare anche la Kawasaki. Sono rimasto stupito di essermi trovato così bene dopo appena una prima giornata di lavoro. Pensavo che oggi sarebbe stato più un sorta di test per me, invece dopo solo due turni riesco ad essere veloce, il mio passo gara é buono e mi sono qualificato direttamente alla Superpole 2. Ancora devo capire qual é il limite, ma per ora ogni volta che spingo ottengo riscontri positivi. Sono molto contento del lavoro della squadra e ora dobbiamo solo proseguire su questa strada. Essere di nuovo nel paddock del mondiale é straordinario! Vediamo come si svilupperà il fine settimana”.

Sii il primo a commentare
     

Il team Kawasaki Puccetti Racing torna in pista questo fine settimana sul circuito di Jerez de la Frontera in Spagna, dove si corre il 12esimo e penultimo round della stagione FIM WorldSBK 2017. Per la squadra di Reggio Emilia, numerose saranno le novità ai box.

Dopo l’infortunio al bacino rimediato nella Superpole in Francia, resta in forse la possibilità per Kenan Sofuoglu di poter tornare a correre ancora quest’anno. Il pilota turco, rientrato subito in patria dopo l’incidente, sta affrontando un lungo periodo riabilitativo e nonostante il recupero positivo, per il campione potrebbe essere difficile, ma non impossibile, essere già in pista in Qatar.
Per il round spagnolo, sarà l’ex campione europeo WorldSSP Axel Bassani a sostituirlo. Dopo l’ottimo settimo posto ottenuto a Misano in sella alla Kawasaki ZX-6R di Canducci, il pilota italiano cercherà di fare il possibile per aiutare il team a conquistare il titolo squadre 2017.
Sulla seconda Kawasaki del team Supersport ci sarà Anthony West. Il pilota australiano, chiamato a sostituire Randy Krummenacher in Superbike in Portogallo e Francia, correrà al posto di Kyle Ryde, il quale ha sciolto il suo contratto con il team dopo la gara francese.

Nella categoria WorldSBK sarà l’ex campione 2014 Sylvain Guintoli a portare in pista la Kawasaki ZX-10RR del team.
Dopo aver concluso lo scorso weekend il campionato inglese Superbike (BSB), il pilota francese, che in passato ha disputato diverse stagioni nella categoria 250cc e in MotoGP, ha deciso di tornare nel paddock del mondiale delle derivate di serie in sella alla moto del team di Reggio Emilia per gli ultimi due round 2017.
Il ritorno di Guintoli in Superbike avverrà su due tracciati da lui ben conosciuti, ma allo stesso tempo dovrà confrontarsi con una moto nuova, essendo questa la sua prima esperienza con Kawasaki.

Oltre a queste novità, le attenzioni saranno puntante anche sulla categoria STK1000, dove ancora Toprak Razgatlioglu ha la possibilità di lottare per il titolo.
Dopo aver saltato il round francese a causa di una lussazione alla spalla destra subita in una caduta nelle FP3, il giovane pilota turco si trova ora a 14 punti dalla vetta della classifica e fino all’ultima azione in pista, tutto può ancora accadere.

Manuel Puccetti:
Siamo molto contenti di avere un top rider come Sylvain in sella alla nostra moto per i round finali del 2017. Guintoli é un pilota di rilievo con alle spalle diverse stagioni anche in MotoGP. La sua esperienza sarà importante per continuare il lavoro di crescita della squadra. In Supersport purtroppo il campionato piloti é ormai quasi impossibile riuscire a conquistarlo, ma non ci arrendiamo per quanto riguarda la classifica squadre. L’obiettivo di Canducci, Bassani e West sarà quello di terminare la gara nella top 5. Anche nella STK1000 non é ancora detta l’ultima parola. Non sarà semplice, ma ci proveremo”.

Sylvain Guintoli:
“Sono molto contento di poter tornare a correre nel Campionato FIM World Superbike in occasione degli ultimi 2 round della stagione. Jerez e Doha sono due tracciati fantastici, dei quali ho bellissimi ricordi degli anni passati. Non vedo l’ora di provare la Kawasaki ZX-10RR e voglio ringraziare sia Manuel che la Kawasaki per questa grande opportunità”.

Axel Bassani:
“Sono felice di poter finalmente tornare in moto! Sono mesi che aspetto un’occasione simile e finalmente é arrivata! Darò il meglio di me stesso per poter sostituire il campione del mondo degnamente. Ora penso solo a concentrarmi sul fine settimana di gara!”

Sii il primo a commentare
     

È con dispiacere che il team Kawasaki Puccetti Racing annuncia, con effetto immediato e di comune accordo, la risoluzione amichevole del contratto tra Kyle Ryde e il team Puccetti Racing nel mondiale Supersport.

Ciò avviene a seguito di un numero di prestazioni e ragioni finanziare pattuite tra il team Puccetti e Kyle che sfortunatamente non sono state portati a compimento.

Inizialmente per Kyle, fare parte di una squadra di alto profilo, vincitrice di titoli mondiali, é sembrato come l’avverarsi di un sogno. Ma, nel corso della stagione, nonostante il duro lavoro profuso sia dal personale tecnico che da Kyle, è diventato evidente che la struttura del team non fosse in grado di far fronte alle sue esigenze.

Con questi fattori ben presenti, é stata presa la difficile decisione per Kyle di lasciare la squadra dando immediata opportunità ad un altro pilota di disputare gli ultimi round finali del campionato.

La partnership é nata con sinceri intenti positivi e buone intenzioni e perciò Kyle intende augurare a tutto il team Kawasaki Puccetti Racing un futuro di successo e augura a Kenan di rimettersi presto dal suo recente infortunio.

Kyle coglie l’occasione anche per ringraziare tutti gli interessati, in particolare i suoi sponsor, Jonathan Rea e tutti membri del Team 77.

Ora Kyle avrà il tempo per poter guardare avanti e focalizzarsi sulla prossima stagione e sulla sua futura carriera sportiva.

Sii il primo a commentare
     

19esimo Cabuk a Magny Cours

Posted 1 ottobre 2017 By Julie

Magny Cours, 1 ottobre 2017. Il pilota del team Kawasaki Puccetti Racing Harun Cabuk chiude 19esimo la gara WorldSSP300 al circuito di Nevers Magny Cours.
Scattato 21esimo, il pilota turco ha provato subito a recuperare alcune posizioni, risalendo addirittura fino all’11esimo posto nelle prime fasi della competizione. Poi, in lotta all’interno di un groppone di piloti, Cabuk, scivolando nelle retrovie e chiudendo 19esimo.

Harun Cabuk #54, (P19, +23.508) 
“È stata una gara davvero molto complicata. Eravamo un grosso gruppo di piloti in lotta per la top ten e ad ogni giro abbiamo continuato a scambiarci posizioni. Alla fine non sono riuscito a mantenere la testa del gruppo e ho chiuso solo 19esimo. È stata una bella gara combattuta, ma avrei preferito un risultato migliore”.

Sii il primo a commentare
     

Anthony West 14esimo in Gara 2 a Magny Cours.

Posted 1 ottobre 2017 By Julie

Magny Cours, 1 ottobre 2017. Il pilota del team Kawasaki Puccetti Racing Anthony West conclude al 14esimo posto Gara 2 sul Circuito Nevers Magny Cours.
Dopo una prova difficile il sabato su asfalto bagnato, ma senza pioggia, l’australiano sperava in condizioni meteo migliori la domenica per poter concludere una buona performance, ma pochi minuti prima dell’inizio di Gara 2, alcune gocce di pioggia hanno posto un grosso punto interrogativo sulle ultimi modifiche prima del semaforo rosso.
Scattato in assetto d’asciutto dalla 14esima posizione, West ha condotto i primi giri con cautela, trovando poi la giusta confidenza solo nella seconda metà di gara. A quel punto, mentre era fiducioso di poter entrare in lotta per le posizioni della top ten, un calo di prestazione della moto gli ha impedito di mantenere il passo degli avversari.
Scivolato nuovamente dietro, il pilota del team Kawasaki Puccetti Racing giunge infine 14esimo al traguardo.
Deluso dai risultati ottenuti nell’undicesimo round del Campionato Mondiale FIM WorldSBK, West é fiducioso di poter fare meglio nel round di Jerez, pista sulla quale, rispetto a Portiamo e Magny Cours, ha avuto più esperienza in passato.

Anthony West #13, P14 (+53.903)
“È stato davvero un weekend molto difficile. Nei primi giri c’erano alcuni punti della pista in cui pioveva e non sapevo quanto avrei potuto rischiare in quelle condizioni e con le gomme con cui avevamo deciso di partire. Non avevo feeling con la moto, poi nella seconda parte di gara ho iniziato a sentirmi meglio e ad essere più veloce. Oggi sarei potuto facilmente arrivare in undicesima posizione, ma negli ultimi giri alcuni piloti mi hanno superato. Avevo alcuni problemi e sul dritto la mia moto andava molto più lenta.  Non sono più riuscito a recuperare le posizioni e a guidare come volevo. Sono dispiaciuto e spero di potermi rifare a Jerez, una pista che rispetto a Magny Cours e Portimao conosco molto bene. Sono fiducioso che lì potrò fare una buona performance”.

Sii il primo a commentare