Primi punti per Rabat in gara1 WorldSBK a Portimao

Si sono disputate oggi all’Autodromo Internacional do Algarve di Portimao in Portogallo la Superpole e la prima gara valevoli per l’undicesimo round del Campionato Mondiale Superbike. Nel Kawasaki Puccetti Racing Tito Rabat sostituisce l’infortunato Lucas Mahias sulla Ninja ZX-10RR. Lo spagnolo ieri era stato impegnato nelle prime due sessioni di prove libere, sfruttate per trovare un buon feeling con la moto e con la pista, ed aveva concluso al ventesimo posto, con il tempo di 1’44”352.

Questa mattina Rabat era tornato in pista per il terzo ed ultimo turno di libere nel quale ha ulteriormente migliorato il suo tempo sul giro (1’43”980) confermando la sua ventesima posizione.

Nell’undicesima Superpole stagionale, che ha preso il via in tarda mattinata, Tito ha non è riuscito a sfruttare la gomma da qualifica e con un giro in 1’44”000 ha chiuso ancora una volta al ventesimo posto. A seguito di questo risultato il pilota spagnolo prenderà il via dalla settima fila sia nella gara del pomeriggio che nella Superpole Race di domani mattina.    

Gara1 ha preso il via nel primo pomeriggio. Rabat scattava bene al via ed andava ad occupare la quindicesima posizione. Nei giri successivi il suo ritmo calava leggermente e questo gli faceva perdere alcune posizioni. Nel finale però lo spagnolo risaliva la classifica sino a concludere al tredicesimo posto.

Domani Rabat disputerà la Superpole race in tarda mattinata, mentre nel pomeriggio sarà impegnato in gara2.  

Autodromo Internacional do Algarve – Portimao – Portogallo

Campionato Mondiale Superbike

Classifica cumulativa delle tre sessioni di prove libere: 1) Rea (Kawasaki) – 2) Razgatlioglu (Yamaha) – 3) Locatelli (Yamaha) – 4) Gerloff (Yamaha) – 5) Redding (Ducati) – 6) Van der Mark (BMW)  ……… 20) Rabat (Kawasaki)

Superpole: 1) Razgatlioglu (Yamaha) – 2) Rea (Kawasaki) – 3) Haslam (Honda) – 4) Redding (Ducati) – 5) Van der Mark (BMW) – 6) Bautista (Honda) ……… 20) Rabat  (Kawasaki)  

Gara1: 1) Razgatlioglu (Yamaha) – 2) Redding (Ducati) – 3) Baz (Ducati) – 4) Rinaldi (Ducati) – 5) Haslam (Honda) – 6) Gerloff (Yamaha) – 7) Bassani (Ducati)………13) Rabat  (Kawasaki)

Tito Rabat: “La gara non è andata male. Ho visto dei miglioramenti rispetto alle prove ed alla Superpole, ma dobbiamo fare un ulteriore passo in avanti. Il lato più positivo è che all’inizio mi sono divertito ed ho tenuto un buon ritmo, ma per domani voglio fare decisamente meglio, anche perché mi sento molto motivato. Grazie al mio team che ha lavorato molto bene”.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi