A Jerez prima giornata di test positiva per Mahias ed il Kawasaki Puccetti Racing

Lucas Mahias ha iniziato oggi all’autodromo di Jerez de la Frontera in Spagna la sua preparazione alla stagione 2021 che lo vedrà impegnato nel Campionato Mondiale Superbike, con la Ninja del Kawasaki Puccetti Racing.

Il debutto del pilota francese sulla ZX-10RR è avvenuto questa mattina, quando Mahias è entrato in pista ed ha iniziato a prendere confidenza con la sua nuova moto. In pochi giri Lucas ha trovato un buon feeling ed ha iniziato a lavorare con il suo staff tecnico per adattare la moto al suo stile di guida. Oggi il cronometro non era importante, ma il suo miglior crono tempo di 1’40”852, ottenuto con gomme da gara, a circa un secondo dalle prime posizioni, è stato certamente indicativo dell’ottimo lavoro svolto da team e pilota, che ha percorso un totale di 66 giri.

Domani Mahias tornerà sulla pista andalusa per il secondo ed ultimo giorno di prove.

Jerez de la Frontera – Test Superbike – Day 1: 1) Gerloff (Yamaha) – 2) Rea (Kawasaki) – 3) Razgatlioglu (Yamaha) – 4) Lowes (Kawasaki) – 5) Haslam (Honda) – 6) Bautista (Honda) – 7) Locatelli (Yamaha) – 8) Mahias (Kawasaki)

Manuel Puccetti – Team Principal: “Un buon debutto per Lucas. Pur essendo al suo primo giorno con la nostra Ninja e pur avendo sempre utilizzato gomme da gara, ha concluso a poco più di un secondo da Rea che è il riferimento per chi corre con la Kawasaki. Un ottimo risultato. Il lavoro da fare è ancora molto, soprattutto per quanto riguarda la parte elettronica che per lui è completamente nuova, ma siamo certamente partiti con il piede giusto”.

Lucas Mahias : “La mia prima giornata con la Kawasaki Superbike è andata molto bene ne sono contento di quanto abbiamo fatto. Era dal 2016 che non salivo su una ZX-10RR e non mi ricordavo niente. Ho iniziato con cautela per incominciare a capire la mia moto, e negli ultimi giri ho trovato un buon feeling con l’anteriore e questo mi rende felice.  Ovviamente abbiamo ancora molto lavoro da fare e ci sono tante cose che ancora non riesco a fare come vorrei, ma siamo solo all’inizio. Mi sono trovato molto bene anche con la mia squadra, che ringrazio per l’aiuto che mi ha dato oggi. Domani voglio proseguire sulla strada intrapresa oggi. Non voglio cambiare molto sulla moto perché devo prima lavorare su me stesso. La moto è veloce e potente, sono io che devo imparare a sfruttarne tutte le grandi potenzialità”.

Lascia un commento