Secondo posto per Mahias! Oettl è quarto.

Il Kawasaki Puccetti Racing ha disputato oggi il quinto round del Campionato Mondiale Supersport al Motorland Aragon in Spagna. Ieri i due piloti della squadra italiana Lucas Mahias e Philipp Oettl avevano disputato la quinta Superpole stagionale e la prima delle due gare previste in questo weekend in terra d’Aragona.

In Superpole Mahias aveva ottenuto la quinta posizione e Oettl la sesta e di conseguenza  erano partiti dalla seconda fila nella gara che hanno terminato rispettivamente al quarto es al quinto posto.

La gara di oggi si è disputata nel pomeriggio sempre sulla distanza di 15 giri. Mahias scattava velocemente e si portava al quarto posto, mentre Oettl transitava al settimo posto alla fine del primo giro. I due restavano in queste posizioni sino al quarto passaggio quando Mahias saliva al secondo posto e Oettl al quinto. Il francese lottava a lungo per la prima posizione e solo nel finale perdeva terreno, andando comunque a conquistare il suo terzo podio stagionale, il quinto per il Kawasaki Puccetti Racing in questo campionato. Ed i podi avrebbero potuto essere due, perché Oettl ha perso la terza posizione solo nella volata finale, per soli 32 millesimi di secondo.   

Un’altra ottima prestazione per i due piloti di Manuel Puccetti, che si confermano grandi protagonisti del mondiale Supersport. Nella classifica del campionato Mahias è terzo con 119 punti, mentre Oettl sale al quarto posto con 100.

Il prossimo appuntamento con il Campionato Mondiale Supersport è fissato per il weekend del 18,19 e 20 settembre sul circuito di Barcellona in Spagna.

Motorland Aragon – Alcaniz – Spagna

Campionato mondiale Supersport

Gara 9: 1) Locatelli (Yamaha) – 2) Mahias (Kawasaki) – 3) Vinales (Yamaha) – 4) Oettl (Kawasaki) – 5) Soomer (Yamaha) – 6) Sebestyen (Yamaha) – 7) Perolari (Yamaha)

Lucas Mahias: “C’è stata una caduta davanti a me e questo mi ha permesso di guadagnare alcune posizioni, ma sino dall’inizio ho capito di avere il passo necessario per restare nel gruppo di testa. Dopo la caduta ho cercato di restare con Locatelli perché non avrei potuto mantenere quel ritmo da solo ed ho spinto davvero forte per sei o sette giri. Però non era possibile guidare in questo modo per tutti i 15 giri della gara. Ho anche perso l’anteriore rischiando di cadere, ed ho perso due decimi. Perdendo tre decimi al giro era impossibile restare con Andrea. Mi sono reso conto che avevo un buon margine sui piloti che mi seguivano e allora mi sono detto: “OK, il secondo posto è un buon risultato per il team”, anche perché ultimamente siamo arrivati vicini al podio senza salirci e la squadra ha sempre lavorato tanto. Ho ridotto la mia andatura ed ho concluso in seconda posizione. Una buona posizione visto che a volte devo spingere al massimo per concludere al quarto o quinto posto. Oggi alla fine della gara mi sono sentito più a mio agio sulla mia moto”. 

Philipp Oettl: “E’ stata una buona gara ed oggi il set up della moto era migliore rispetto a quello di ieri. Alla fine l’unica cosa negativa è stato perdere il podio all’ultima curva. Ho commesso un errore e non sono riuscito ad inserire subito la quarta marcia e questo mi ha penalizzato nella velocità di uscita dalla curva. Ero al fianco di Vinales, ed è stato un mio errore. Abbiamo lottato per la terza posizione per tutta la gara, e quindi mi spiace tanto non essere salito sul podio”.

Lascia un commento