Oettl quinto in gara2 WSS a Portimao. Mahias cade

Seconda ed ultima giornata di gare oggi per il Kawasaki Puccetti Racing all’Autodromo Internacional do Algarve di Portimao in Portogallo, nel terzo round del campionato mondiale Supersport.

Ieri la squadra di Manuel Puccetti ha festeggiato un altro podio. Dopo i due terzi posti ottenuti a Jerez da Oettl e da Mahias la settimana scorsa, ieri il francese ha tagliato il traguardo in seconda posizione, mentre Oettl ha concluso settimo.  

Oggi, dopo il warm up del mattino, i due piloti hanno disputato la seconda gara di questo weekend, sempre sulla distanza di 17 giri. In seguito ai risultati conseguiti nella Superpole, entrambi hanno preso  il via dalla seconda fila, il francese dalla quinta casella ed il tedesco dalla sesta.

Purtroppo subito dopo il via Mahias cadeva nel percorrere la seconda curva. Rialzatosi senza aver per fortuna riportato nessuna conseguenza fisica, provava a riprendere la gara, ma nella caduta la sua moto si era danneggiata e Lucas era costretto al ritiro.

Oettl era autore di una buona partenza e si portava in settima posizione, per poi passare sesto nel gruppo degli immediati inseguitori. Negli ultimi due giri Philipp incrementava il proprio ritmo e con molta grinta ed alcuni coraggiosi sorpassi riusciva ad aggiudicarsi la quinta posizione finale.

Nella classifica del campionato Mahias mantiene la terza posizione con 62 punti, mentre Oettl è quinto con 49.

Il prossimo appuntamento con il Campionato Mondiale Supersport è fissato per il weekend del 28, 29 e 30 agosto al Motorland Aragon di Alcaniz in Spagna.

Autodromo Internacional do Algarve – Portimao – Portogallo

Campionato mondiale Supersport

Gara5: 1) 1) Locatelli (Yamaha) – 2) Cluzel (Yamaha) – 3) Vinales (Yamaha) – 4) Odendaal (Yamaha) – 5) Oettl  (Kawasaki) – 6) Gonzales ( Kawasaki) ….. nc) Mahias (Kawasaki)

Lucas Mahias: “Non ho molto da dire sulla mia gara odierna, se non che non ho capito i  motivi della mia caduta. Ho perso all’improvviso l’anteriore nella seconda curva, una curva veloce, ma non so il perché. Forse ho leggermente toccato la parte interna del cordolo, ma non ne sono certo. Darò certamente il massimo anche ad Aragon, sperando di non cadere ancora!”.    

Philipp Oettl: “E’ stata una gara difficile sin dall’inizio, ma ho avuto un feeling migliore con la mia moto rispetto alla gara di ieri. La mia moto è divertente da guidare, ma su questo tracciato non lo è tanto, in quanto a dire il vero sembra più una pista da cross! Il mio obiettivo era quello di terminare la gara nelle prime cinque o sei posizioni, perché questa è una pista difficile. Quindi non sono del tutto insoddisfatto del mio risultato di oggi – non di quello di ieri – e anzi ne sono felice”.      

Lascia un commento