In Superpole Mahias è quinto e Okubo undicesimo sulla scivolosa pista di San Juan

Il Kawasaki Puccetti Racing è in Argentina per disputare l’undicesimo round del campionato mondiale Supersport. I due piloti del team di Manuel Puccetti, il francese Lucas Mahias ed il giapponese Hikari Okubo, nelle due sessioni di prove libere disputate ieri, erano stati ostacolati dalle pessime condizioni della pista a causa della presenza di molta sabbia, che la rendeva scivolosa e pericolosa. Questa mattina il tracciato argentino è stato ripulito e la situazione è nettamente migliorata.

Nel terzo ed ultimo turno di prove libere i due piloti del Kawasaki Puccetti Racing si sono migliorati, Mahias (1’44”039) ha concluso al quinto posto, mentre Okubo (1’45”133) al tredicesimo, nella classifica cumulativa delle tre sessioni.

Nel primo pomeriggio si è disputata la Superpole che ha definito la griglia di partenza della gara di domani.

Purtroppo con l’aumento della temperatura e con il vento che ha portato altra sabbia in pista, le condizioni del tracciato argentino sono state tornate ad essere ancora molto difficili. Senza poter forzare il proprio ritmo e cercando di non cadere sulla pista scivolosa, Mahias (1’46”234) ha chiuso al quinto posto, mentre Okubo (1’47”201) all’undicesimo. In base a questi risultati domani Mahias scatterà dalla seconda fila e Okubo dalla quarta, nella gara che si disputerà sulla distanza di 19 giri.

Circuito San Juan Villicum – Argentina – Campionato mondiale Supersport

Classifica cumulativa delle tre sessioni di prove libere: : 1) Caricasulo (Yamaha) – 2) Cluzel (Yamaha) – 3) Perolari (Yamaha) – 4) De Rosa (MV Agusta) – 5) Mahias (Kawasaki) …….. 13) Okubo (Kawasaki)   

Superpole: 1) Perolari (Yamaha) – 2) Badovini (Kawasaki) – 3) Cluzel (Yamaha) – 4) Smith  (Kawasaki) – 5) Mahias (Kawasaki) – 6) Krummenacher (Yamaha)…….11) Okubo (Kawasaki)    

Lucas Mahias: “La Superpole non è andata come speravo perché prima della partenza abbiamo cambiato le sospensioni anteriori ed il mio feeling con la moto non è stato ottimale. Solo nel primo giro ho rischiato per tre volte di cadere. Sono rientrato al box per rimettere le forcelle che avevamo utilizzato ieri, ma non c’era abbastanza tempo e quindi ho terminato la Superpole con le sospensioni anteriori che avevano un set up sbagliato. Ho potuto spingere forte per un solo giro, rischiando di cadere forse cinque volte, e ho concluso al quinto posto. E’ frustrante non aver potuto dare il massimo. Certo la superficie della pista è scivolosa, ma non sono riuscito a conquistare la prima fila della griglia e sono solo a due decimi di secondo dalla pole”. Hikari Okubo: “Oggi le qualifiche sono state molto difficili perché le condizioni sono state completamente differenti rispetto al turno di libere di questa mattina. Si scivolava troppo, ma ho provato a spingere forte ugualmente ed è stato molto rischioso viste le condizioni. Di certo non sono contento del mio undicesimo posto in griglia, ma se partirò bene riuscirò a inserirmi nel gruppo di testa e allora potrò fare una buona gara domani. Oggi è passato e quindi pensiamo a domani”.   

Lascia un commento