Razgatlioglu è sesto nelle libere WorldSBK di San Juan

L’autodromo San Juan Villicum in Argentina ospita in questo fine settimana il dodicesimo e penultimo round del campionato mondiale Superbike. Toprak Razgatlioglu ed il Turkish Puccetti Racing hanno raggiunto il paese sudamericano per confermare gli eccezionali risultati conseguiti nel precedente round di Magny Cours, dove il giovane pilota turco ha vinto due delle tre gare disputate.

Il tracciato argentino piace molto a Toprak (che qui lo scorso anno ha conquistato un podio) ma purtroppo oggi si è rivelato in pessime condizioni, coperto dalla sabbia trasportata dal forte vento. Inoltre le sue condizioni fisiche non sono ottimali a causa di un dolore al piede infortunato nella caduta di gara 2 in Francia due settimane fa. Nonostante questa difficile situazione, al quale si deve aggiungere un grande caldo, Razgatlioglu è riuscito a far segnare il quarto tempo nella prima sessione di prove libere del mattino,con un giro in 1’46”904.

Per il turno del pomeriggio la pista è leggermente migliorata e Toprak ha abbassato il suo best lap di un secondo 1’44”945, terminando la giornata al sesto posto assoluto.

Domani mattina il pilota del Turkish Puccetti Racing disputerà la terza ed ultima sessione di prove libere, e a seguire la Superpole, che stabilirà la griglia di partenza della prima gara di questo round argentino, che si disputerà nel pomeriggio sulla distanza di 21 giri.   

Circuito San Juan Villicum – Argentina – Campionato mondiale Superbike

Classifica cumulativa delle prime due sessioni di prove libere: 1) Bautista (Ducati) – 2) Rea (Kawasaki) – 3) Rinaldi (Ducati) – 4) Davies (Ducati) – 5) Sykes (BMW) – 6) Razgatlioglu (Kawasaki) – 7) Haslam (Kawasaki)

Toprak Razgatlioglu: “Una giornata non facile principalmente per due problemi: la pista sporca di sabbia ed il piede infortunato a Magny Cours, che mi fa ancora male. La pista è sporca e questo riduce l’aderenza al minimo. Non ho grosse difficoltà in staccata, bensì nella percorrenza della curva, dove la moto scivola molto. Nella seconda sessione il tracciato è leggermente migliorato, ma bisogna stare molto attenti a non cadere. Spero che domani sia meglio. Considerando queste condizioni il mio sesto posto mi soddisfa abbastanza, ma sarà importante fare meglio domani nelle qualifiche, per poter partire davanti in gara. Spero anche che domani faccia meno caldo. Ringrazio la mia squadra che ha lavorato benissimo anche oggi”.

Lascia un commento