Turkish Puccetti Racing – A Portimao Razgatlioglu conquista l’ottavo podio in sei round

L’Autodromo Internacional do Algarve di Portimao in Portogallo ha ospitato oggi la terza ed ultima giornata di gare valida per il decimo round del campionato mondiale Superbike. Ieri il pilota del Turkish Puccetti Racing Toprak Razgatlioglu dopo aver ottenuto il tredicesimo posto in Superpole, aveva conquistato la sesta posizione in gara1, dopo aver lottato a lungo per la quarta posizione.

Questa mattina, in una calda giornata di sole, Razgatlioglu è sceso in pista per il warm up, utile per definire l’assetto della sua Kawasaki Ninja ZX-10RR in vista delle successive due gare.

Nella Tissot Superpole Race che si è disputata come sempre sulla distanza di dieci giri, Toprak ha ancora preso il via dalla quinta fila, come in gara1. La sua partenza è stata velocissima e gli ha permesso di transitare al primo giro in settima posizione. Il giovane pilota turco ha forzato subito il suo ritmo per non perdere contatto con i primi. Al sesto passaggio Toprak ha superato Haslam portandosi al quarto posto e mantenendo la posizione sino alla bandiera a scacchi, e concludendo la sua gara a meno di due secondi dal podio. Un quarto posto importante in quanto, in base ai nuovi regolamenti. ha permesso a Razgatlioglu di prendere il via dalla quarta casella, che equivale alla seconda fila, sulla griglia di partenza di gara2.

Allo spegnersi del semaforo il pilota del Turkish Puccetti Racing è scattato fortissimo, andando ad occupare la seconda posizione, subito alle spalle del leader Rea. Nei giri successivi entrambi i piloti della Kawasaki sono stati superati da Bautista. Nel finale di gara a causa dell’usura delle sue gomme, Toprak ha dovuto ridurre la sua andatura ma ha comunque mantenuto il terzo posto, andando così a conquistare il suo ottavo podio, tutti ottenuti negli ultimi sei round.

Nella classifica del campionato Razgatlioglu è sesto con 223 punti, a soli 6 punti dalla quinta posizione. Nella speciale classifica degli “Indipendent Riders” mantiene la prima posizione con 70 punti di vantaggio sul secondo, Marco Melandri.

Il prossimo appuntamento con il campionato mondiale Superbike è fissato per il 27, 28 e 29 settembre all’autodromo Nevers Magny Cours in Francia.  

Autodromo Internacional do Algarve – Portimao – Portogallo

Campionato mondiale Superbike

Tissot Superpole Race: 1) Rea (Kawasaki) – 2) Bautista (Ducati) – 3) Lowes (Yamaha) – 4) Razgatlioglu (Kawasaki) – 5) Haslam  (Kawasaki) – 6) Van der Mark (Yamaha)

Gara2: 1) Bautista (Ducati) – 2) Rea (Kawasaki) – 3) Razgatlioglu (Kawasaki) – 4) Lowes (Yamaha) – 5) Haslam (Kawasaki) – 6) baz (Yamaha)

Manuel Puccetti – Team Principal: “Un altro fine settimana eccezionale, che ci ha portato due podi che rappresentano due gradite conferme. In Supersport Mahias ha conquistato il terzo podio consecutivo, a dimostrazione che possiamo lottare per la vittoria in ogni round e che abbiamo ormai quasi completamente eliminato il gap che ad inizio stagione ci separava dai primi. In Superbike Toprak ha fatto due gare fantastiche. Nella Superpole race è riuscito a concludere ad un passo dal podio nonostante sia dovuto partire dalla quinta fila. In gara2 è entrato in pista deciso a vincere, e solo due piloti del calibro di Rea e Bautista glielo hanno impedito. Per lui si tratta dell’ottavo podio negli ultimi sei round e possiamo affermare senza tema di smentita di aver portato Razgatlioglu tra i top rider di questa categoria. Torniamo a casa molto soddisfatti, ma con la consapevolezza di dover continuare a lavorare con il massimo impegno, per poter proseguire su questa strada”.

Toprak Razgatlioglu: “Nella Superpole race ho pagato la mia posizione di partenza dalla quinta fila. Prima della partenza abbiamo modificato l’assetto della mia moto e la situazione è migliorata. Nella gara sprint ho dato il massimo, anche perché volevo conquistare una buona posizione sulla griglia di gara2. Nella seconda gara ero dietro a Rea e stavo tenendo il suo passo quando è arrivato Bautista che in rettilineo era troppo veloce per noi, tanto che è subito passato al comando. Ho provato a restare il più possibile assieme a Rea, ma nel finale le mie gomme sono calate e la moto ha iniziato a scivolare per cui ho pensato a non commettere errori e a chiudere al terzo posto. Un ottimo risultato, visto che è il mio ottavo podio in sei round, anche se io voglio vincere e quindi ci riproverò nelle prossime gara di Magny Cours. Voglio ringraziare il mio team che ha fatto un lavoro incredibile per tutto il weekend”.    

Lascia un commento