Mahias sale sul terzo gradino del podio nella gara WorldSSP di Portimao

La nona gara del campionato mondiale Supersport si è disputata oggi all’Autodromo Internacional do Algarve di Portimao in Portogallo.

Nella Superpole di ieri i due piloti del Kawasaki Puccetti Racing, Lucas Mahias e Hikari Okubo, avevano ottenuto rispettivamente la terza e la settima posizione e quindi oggi il pilota francese ha preso il via dalla prima fila ed il giapponese dalla terza, nella gara che si è disputata in una giornata calda e soleggiata.

Mahias partiva molto bene allo spegnersi del semaforo rosso, e si portava in terza posizione. Mantenendo un ritmo molto elevato, il pilota francese al quarto giro transitava al secondo posto, e lo manteneva sino al settimo passaggio quando tornava terzo, ma sempre nel gruppetto di testa, che nel frattempo aveva preso un buon vantaggio sul resto del gruppo.

La gara proseguiva sino al tredicesimo passaggio, quando la Direzione di gara esponeva la bandiera rossa, a causa della presenza di olio in pista. Avendo percorso i 2/3 dei 18 giri previsti, la gara veniva dichiarata conclusa e quindi Mahias conquistava la terza posizione ed il suo terzo podio consecutivo nelle ultime tre gare.

Okubo partiva bene dalla settima posizione della griglia e la manteneva per quasi tutta la gara, nel gruppo degli inseguitori. Il pilota giapponese chiudeva al settimo posto, vale a dire nella posizione che occupava al momento dell’interruzione della gara.

Nella classifica del campionato Mahias è quarto con 98 punti, seguito da Okubo con 82.

Il prossimo appuntamento con il campionato mondiale Superbike è fissato per il 27, 28 e 29 settembre sul circuito Nevers Magny Cours in Francia. 

Autodromo Internacional do Algarve – Portimao – Portogallo

Campionato mondiale Supersport

Gara: 1) Caricasulo (Yamaha) – 2) Krummenacher (Yamaha) – 3) Mahias (Kawasaki) – 4) Cluzel (Yamaha) – 5) Badovini (Kawasaki) – 6) Perolari (Yamaha) – 7) Okubo (Kawasaki)

Lucas Mahias: “Non so se avremmo potuto ottenere più del terzo posto oggi, perché ho spinto al massimo durante tutta la gara. Penso sarebbe stato difficile finire più in alto perché è stato davvero complicato effettuare i sorpassi. Ho provato a gestire le mie gomme ma è impossibile gestire la copertura anteriore in queste condizioni. Per recuperare sui primi due ho dovuto forzare la gomma anteriore nelle curve più lente e quindi non sono sicuro di come sarebbero stati gli ultimi giri per me. È stata una gara strana ma ho spinto dal primo all’ultimo giro. Non abbiamo fatto i test qui in agosto e quindi per noi l’inizio del weekend è stato difficile. Sono felice per me e per i miei meccanici, perché dopo il primo giorno sarebbe stato facile trovare delle scuse e finire con risultati meno soddisfacenti, ma hanno dato tutti il massimo per tutto il fine settimana. Abbiamo ottenuto il podio perché abbiamo spinto tutti al limite delle nostre possibilità”.

Hikari Okubo: “La gara non è stata molto buona perché non ho potuto seguire il primo gruppo. Concludere questa gara in settima posizione non era quello che volevo. Ho bisogno di lavorare di più sulla moto, ma non ho le idee chiare in questo momento, e quindi devo valutare meglio la situazione generale. Sono abbastanza triste perché anche se la mia posizione in campionato è quinta, io voglio migliorare e vincere. Forse devo modificare ancora di più il mio stile di guida”.

Lascia un commento