Mahias sesto e Okubo settimo nella gara WorldSSP di Jerez

Si è disputata oggi all’autodromo Angel Nieto di Jerez de la Frontera la sesta gara del campionato mondiale Supersport. Nella Superpole di ieri il Kawasaki Puccetti Racing aveva conquistato la terza posizione con Lucas Mahias e la sesta con Hikari Okubo che quindi oggi hanno preso il via rispettivamente dalla prima e dalla seconda fila nella gara che si è disputata in una giornata soleggiata e calda, sulla distanza di 19 giri.

Entrambi i piloti del Kawasaki Puccetti Racing sono scattati bene allo spegnersi del semaforo, con Mahias che si è portato in testa alla gara mentre Okubo era in quarta posizione. Nei giri successivi sia il francese che il giapponese restavano nel gruppo di sette piloti che conduceva la gara, ma Okubo iniziava ad avvertire alcune vibrazioni che non gli permettevano di tenere un ritmo molto veloce. A metà gara Mahias era quarto, scambiandosi però spesso le posizioni con gli altri piloti del gruppo, mentre Okubo aveva perso il contato con loro e si assestava in settima posizione. Nel finale Mahias lottava con tutte le sue forze per restare assieme ai primi e tagliava il traguardo al sesto posto, seguito da Okubo al settimo. Il risultato sta stretto al francese del Kawasaki Puccetti Racing, che ha disputato la sua miglior gara stagionale ed riportato una Ninja in testa in una gara del mondiale Supersport dopo quasi due anni. Lucas è stato autore di una grande gara, lottando per la vittoria sino a pochi giri dalla fine. Sfortunato Okubo che avrebbe potuto seguire le orme del suo compagno di squadra se un problema tecnico, attualmente al vaglio dei tecnici del team, non lo avesse rallentato.

Nella classifica del campionato Okubo mantiene la quarta posizione con 59 punti, mentre Mahias ora è settimo con 50.

Il prossimo appuntamento con il campionato mondiale Supersport è fissato per il 21, 22 e 23 giugno al Misano World Circuit in Italia.

Circuito de Jerez – Angel Nieto – Spagna – Campionato mondiale Supersport

Gara: 1) Caricasulo (Yamaha) – 2) Krummenacher (Yamaha) – 3) Cluzel (Yamaha) – 4) Gradinger (Yamaha) – 5) De Rosa (MV Agusta) – 6) Mahias (Kawasaki) – 7) Okubo (Kawasaki)

Lucas Mahias: “Ancora una gara difficile, ma le mie sensazioni sono particolari oggi. Una positiva ed una negativa. Penso che questa sia stata la mia miglior gara su questa moto e sono stato molto vicino al limite per tutta la durata della gara stessa, conquistando il miglior risultato possibile.  Se avessi spinto di più sarei certamente caduto. Dopo che ho perso contatto con i primi è stato impossibile recuperare e lottare per il podio. Stare con i primi è senza dubbio una cosa positiva, ma io voglio correre per vincere e salire sul podio e invece ho terminato al sesto posto e quindi non sono per niente soddisfatto”.  

Hikari Okubo: Oggi sono partito bene, ma non è stata una bella gara, perché quando nei primi cinque giri ero in fondo al gruppo dei primi, inizialmente sono stato in grado di seguirli, ma dal decimo giro in poi ho perso il mio feeling con la moto. Ho avvertito una vibrazione che veniva dalla parte posteriore della moto sin dai primi due giri. Devo controllare i dati e forse la causa è da ricercarsi nella gomma, una nuova soluzione con il battistrada più largo. C’erano molto vibrazioni e la gomma si è consumata molto in fretta. Rispetto a due anni fa quando abbiamo corso qui a Jerez il mio tempo sul giro è molto migliorato, ma ho terminato solo al settimo posto, mentre il mio obiettivo è il podio”.

Lascia un commento