Mahias quinto e Okubo settimo nella gara WorldSSP di Assen

Giornata fredda ma cielo soleggiato oggi al TT Circuit di Assen in Olanda, dove si è disputata la quarta gara del campionato mondiale Supersport. Nella giornata di ieri i due piloti del Kawasaki Puccetti Racing sono stati perseguitati dalla sfortuna nel corso della Superpole. Lucas Mahias è stato fermato da un problema tecnico, mentre Hikari Okubo è scivolato su una macchia d’olio. Questo non ha impedito ai due di qualificarsi per la gara. Okubo ha ottenuto il quinto posto e oggi ha quindi preso il via dalla seconda fila,  mentre Mahias, ottavo in Superpole, è scattato dalla terza fila nella gara che si è disputata sulla distanza di 18 giri.  

Mahias scattava bene al via e si portava al sesto posto, mentre Okubo era nono. Nei giri successivi il pilota francese prendeva un buon ritmo che gli permetteva di recuperare ulteriore terreno sino a portarsi nel gruppo di testa. Lucas spingeva al massimo per restare assieme ai primi ed al termine del decimo giro faceva registrare il giro veloce della gara in 1’38”417. Okubo invece doveva rallentare a causa di un problema ai freni e perdeva qualche posizione. La gara si con concludeva con il quinto posto di Mahias ad un secondo dal primo, ed il settimo posto di Okubo.

Un risultato che permette al pilota giapponese di mantenere il quinto posto nella classifica del campionato con 37 punti, mentre Mahias è settimo con 32.

Il prossimo appuntamento con il campionato mondiale Supersport è previsto nel weekend del 10-12 maggio all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola in Italia

TT Circuit Assen – Olanda – Campionato mondiale World Supersport

Gara 4: 1) Caricasulo (Yamaha) – 2) Krummenacher (Yamaha) – 3) Gradinger (Yamaha) – 4) Cluzel (Yamaha) – 5) Mahias (Kawasaki) – 6) Perolari (Yamaha) – 7) Okubo (Kawasaki)  

Lucas Mahias: “Al termine di questa gara ci sono due bilanci, uno positivo ed uno negativo. Sono contento di essere stato molto vicino al gruppo di testa e che il gap nei confronti dei primi sia stato molto ridotto, ma allo stesso tempo sono dispiaciuto perché ho fatto fatica in alcuni punti del tracciato. In uscita dalla curva quattro perdevo terreno e lo dovevo recuperare spingendo forte nei settori tre e quattro. Ho perso un po di terreno in ogni giro ed ho capito che non avrei potuto vincere, ma ho continuato a spingere al massimo nella speranza di salire sul podio. Sono contento perché il mio feeling con la moto è stato molto buono ed il telaio è perfetto. Questo mi rende ottimista per il futuro. Grazie alla mia squadra, perché gara dopo gara migliora costantemente il set up della mia moto”.   

Hikari Okubo: “Dopo la partenza il feeling con la moto era buono, ma dopo otto o nove giri ho riscontrato un problema ai freni ed un poco di chattering. Da quel momento in poi non ho più potuto tenere il contatto con il gruppo di testa. Ho cercato di adattare il mio stile di guida, ma non è stato facile farlo in fretta, ma nel finale ho nuovamente trovato un buon ritmo. Senza questi problemi oggi avrei potuto restare nel gruppo di testa.  Non avevo mai raccolto punti su questa pista in passato e quindi penso che questo settimo posto sia positivo per me”. 

Lascia un commento