Turkish Puccetti Racing – Un decimo ed un ritiro per Razgatlioglu nelle gare odierne ad Aragon

Dopo la grintosa prestazione fornita nella gara di ieri, Toprak Razgatlioglu il pilota del Turkish Puccetti Racing ha disputato oggi le altre due gare previste dal programma del terzo round del campionato mondiale Superbike che si è andato in scena al Motorland Aragon in Spagna.

In tarda mattinata, in una giornata fredda e parzialmente nuvolosa, si è disputata la Tissot Superpole Race, gara sprint di soli 10 giri. Razgatlioglu è partito dalla sesta fila in seguito al risultato ottenuto nella Superpole di ieri.  

Così come era avvenuto ieri, la gara di Toprak ha avuto un inizio sfortunato. Alla prima curva, per evitare alcuni piloti che erano caduti, il pilota del Turkish Puccetti Racing ha dovuto uscire di pista, rientrando in ultima posizione. Infilata la testa nel cupolino ha iniziato l’ennesima rimonta, ma non ha potuto andare oltre il decimo posto, visto anche il basso numero di giri di questa gara.

In gara2 nei primi giri il pilota turco ha mantenuto la posizione di partenza, per poi recuperare qualche posizione, ma purtroppo nel corso del settimo giro è stato costretto al ritiro per la rottura della catena di trasmissione. Una conclusione sfortunata per un weekend nel quale Razgatlioglu ha comunque raccolto due decimi posti.

Il prossimo appuntamento con il campionato mondiale Superbike è previsto tra una settimana, nel weekend del 12-14 aprile sul circuito di Assen in Olanda.

Motorland Aragon – Alcaniz – Spagna –  Campionato mondiale SuperbikeTissot Superpole Race: 1) Bautista (Ducati) – 2) Rea (Kawasaki) – 3) Lowes (Yamaha) – 4) Davies (Ducati) – 5) Sykes (BMW) – 6) Haslam (Kawasaki) ……… 10) Razgatlioglu (Kawasaki)

Gara 2: 1) Bautista (Ducati) – 2) Rea (Kawasaki) – 3) Davies (Ducati) – 4) Haslam (Kawasaki) – 5) Lowes (yamaha) – 6) Laverty (Ducati) …… nc) Razgatlioglu (Kawasaki)

Toprak Razgatlioglu: “Prima della Superpole race abbiamo apportato alcune modifiche all’assetto della mia Ninja ZX-10R, che però non hanno dato i risultati sperati. La moto scivolava molto e non sono riuscito a guidare come avrei voluto, anche se sono comunque riuscito a portare a casa la decima posizione. Per gara2 abbiamo optato per lo stesso set up utilizzato ieri. All’anteriore la situazione è migliorata, ma avevo comunque poco grip al posteriore e facevo fatica a fermare la moto. Purtroppo poi nel corso del settimo giro sono stato costretto al ritiro per la rottura della catena. Una gara davvero sfortunata ”.

Lascia un commento