Top ten di Hikari Okubo in Supersport. Prova sfortunata per Morais.

Misano Adriatico, 8 luglio 2018. Il pilota del team Kawasaki Puccetti Racing Hikari Okubo conquista una solida top ten di fronte al pubblico di casa della squadra reggiana al circuito di Misano Adriatico, che questo fine settimana ha ospitato l’ottavo round del Campionato Mondiale FIM Supersport.
Scattato dalla nona posizione in griglia di partenza, il giapponese è stato protagonista di una partenza fulminea, che gli ha permesso di recuperare subito ben quattro posizioni in un solo sorpasso.
Dopo due giri però, Okubo è stato costretto a perdere terreno, trovandosi proprio alle spalle di Mahias, caduto di fronte a lui e vittima di un brutto highside.
Nello schivare la moto del rivale, il pilota del team Kawasaki Puccetti Racing è stato scavalcando da diversi avversari, scivolando poi al nono posto dove infine ha chiuso la gara.
Un risultato positivo per Hikari, che nonostante l’imprevisto delle prime fasi di gara, si è dimostrato determinato a concludere la sua gara in top ten, mantenendo la concentrazione. Per il giapponese il nono posto ottenuto oggi rappresenta anche il suo miglior risultato di stagione finora.
Prova sfortunata invece per Sheridan Morais. Un problema durante il giro di allineamento, lo ha costretto a prender parte alla gara con una gomma usata. Il portoghese infatti ha preso il via all’ottavo round partendo dalla pit lane, senza avere il tempo di sostituire gli pneumatici con i quali avrebbe dovuto eseguire solo il suo ingresso alla griglia di partenza.
Entrato in gara ultimo, Morais ha infine deciso di ritirarsi a causa del chattering sofferto a causa del pneumatico ormai finito.
Dopo la gara di oggi per i team e i piloti del Campionato Mondiale FIM Supersport inizierà una lunga pausa estiva di circa due mesi, prima di ritornare in pista dal 14 al 16 settembre 2018 per il nono round sul circuito portoghese di Portimao.

WorldSSP
Hikari Okubo, #78 – P9 (+29.068)

All’inizio ero davvero contento perché grazie ad una buona partenza ero riuscito a recuperare subito ben quattro o cinque posizioni, ma dopo due giri, Mahias è caduto davanti a me e ho perso molto tempo. Sono stato fortunato, perché se la sua moto fosse stata su una traiettoria più interna, sarei probabilmente caduto. Nei primi giri ho dovuto adattarmi alla moto con il serbatoio pieno ed è stato difficile gestirla in queste condizioni, mentre verso la fine, quando la gomma ha iniziato ad usurarsi, è diventato più semplice poter spingere. Cercherò di fare del mio meglio per ottenere un risultato entro le prime cinque posizioni a Portimao, ma il nono posto di oggi è positivo ed è il mio miglior risultato in stagione quest’anno.

WorldSSP
Sheridan Morais, #32 – RET

Non siamo ancora sicuri di cosa sia esattamente successo quando ho lasciato la pit lane. Qualcosa è sicuramente andato storto e siccome pensavamo di cambiare pneumatici una volta raggiunta la griglia, sono stato costretto a fare la gara con la gomma usata che avevamo previsto per fare solo il giro di ricognizione. Dopo essersi fermata, la moto è tornata ai box molto tardi quando ormai la gara stava partendo perciò non abbiamo potuto fare la sostituzione e ovviamente in gara le gomme erano ormai fredde. Ho provato, ma soffrivo troppo chattering e preferito rientrare per evitare una caduta inutile.

Lascia un commento