#AUSWorldSBK: Prima fila di Sofuoglu in Supersport dopo una terribile caduta nelle FP3. Dodicesimo tempo di Okubo.

Phillip Island, 24 febbraio 2018. Sul circuito australiano di Phillip Island Kenan Sofuoglu conquista in Superpole la prima fila del primo round Supersport dell’anno dopo che, poche ore prima nell’ultimo turno di libere, era stato vittima di una terribile caduta a 240 km/h a causa di un problema riscontrato al pneaumatico posteriore.
Trasportato al centro medico per accertamenti, il pilota turco non ha fortunatamente riscontrato fratture, ma ha riportato una grossa ferita alla gamba sinistra e un ematoma al braccio destro.
Nonostante il brutto incidente che aveva fatto temere il peggio e la moto completamente distrutta e ripristinata in pochissimo tempo da meccanici e tecnici del team, il pilota del Kawasaki Puccetti Racing é riuscito a scendere in pista nel turno di Superpole 2.
Con un giro veloce in 1’33.540 Sofuoglu ha ottenuto il terzo miglior tempo e la partenza dalla prima fila nella prima gara Supersport dell’anno.
Il compagno di squadra Hikari Okubo scatterà invece dalla quarta fila. Il giapponese ha infatti ottenuto il 12esimo tempo in 1’35.318, dopo essersi qualificato al turno di Superpole 2 grazie al secondo miglior crono in Superpole 1.
Domani alle ore 13:30 locali prenderà il via la prima gara Supersport dell’anno che, per motivi di sicurezza, è stata ridotta ad una distanza di 16 giri contro i 18 previsti dal programma.
A seguito della caduta di Sofuoglu e dei problemi riscontrati alle gomme anche da altri piloti e dovuti soprattutto al particolare potere abrasivo dell’asfalto australiano, i piloti Supersport saranno costretti ad un flag-to-flag tra il settimo e il nono giro per sostituire gli pneumatici in caso di gara asciutta.

WorldSSP
Kenan Sofuoglu, #54 – P3 (1’33.540)

Sono molto sorpreso del risultato ottenuto oggi in Superpole. Dopo la caduta di questa mattina nelle FP3, per un attimo ho davvero pensato che il nostro weekend fosse finito. Ho avuto un problema alla gomma posteriore e ciò ha dimostrato anche la fragilità degli pneumatici su questo tracciato.Domani per evitare che questo possa ripetersi saremo costretti ad un flag-to-flag in condizioni di asciutto tra il settimo e il nono giro. Stavo andando a 240 km/h quando è successo e fortunatamente non mi sono rotto nulla. Ho solo riportato una grossa abrasione alla gamba sinistra e un ematoma nel braccio destro. Ora la mia condizione fisica non è delle migliori, ma ho 24 ore per riposare e rimettermi. Qui ci sono molti piloti veloci, ma anche noi abbiamo un buon passo. Abbiamo molta esperienza e questa domani ci servirà per fare la differenza. Non sarà facile ma non ci arrenderemo perché siamo qui per vincere.

WorldSSP
Hikari Okubo, #78 – P12 (1’35.318)

Oggi la giornata non è andata male. Siamo riusciti a qualificarci per la Superpole 2, ma purtroppo a quel punto non avevamo più a disposizione la gomma da qualifica che avevamo utilizzato per fare il tempo in Superpole 1. Purtroppo il distacco dai primi è tanto e insieme con la squadra dovremo cercare di capire ancora come fare a migliorare in vista della gara di domani. Spero di poter togliere un secondo al mio passo per poter restare nella top 6 o nella top 10. Ringrazio il mio team per il grande lavoro di oggi.

Lascia un commento