Almeria, 7 dicembre 2017. Sul circuito spagnolo di Almeria si conclude una prima sessione di test invernali positiva per Hikari Okubo, che nel 2018 sarà compagno di box di Kenan Sofuoglu nella categoria Supersport.
Dopo due giornate intense, durante le quali il giapponese ha compiuto complessivamente circa 800 km migliorando i propri tempi giro dopo giro, il pilota del team Kawasaki Puccetti Racing si dichiara soddisfatto della sua prima esperienza assoluta in sella ad una Kawasaki e attende ora con impazienza i prossimi test per poter tornare al lavoro insieme al campione turco, ancora a riposo dopo l’infortunio al bacino riscontrato sul finale della stagione 2017.
Oltre ad Okubo, ad Almeria è sceso in pista anche il test rider Stefano Cruciani, che grazie alla sua esperienza con la Kawasaki ZX-6R, maturata dopo 6 stagioni con il team nel Campionato Italiano Velocità, è stato un prezioso aiuto nel valutare diversi aggiornamenti riguardanti freni, frizione e cambio.
Il team di Reggio Emilia tornerà in pista al gran completo a fine gennaio per altre due importanti sessioni di test a Jerez e Portimao.

Hikari Okubo, #78:

“La mia prima esperienza sulla Kawasaki è stata molto positiva! Fin da subito mi sono trovato a mio agio in sella alla moto e giro dopo giro il mio feeling è migliorato. Durante queste giornate di test ho lavorato moltissimo insieme alla squadra, ma mi sono anche divertito. L’ambiente del team mi ha permesso di affrontare questa sessione in assoluto relax, concentrandomi al meglio sulla guida della moto. Non vedo l’ora arrivi presto la prossima sessione di test invernali!”

Stefano Cruciani, Test Rider:

“Il lavoro in vista della stagione 2018 procede nel migliore dei modi e secondo i nostri piani. Nella giornata di ieri, mercoledì, sono sceso in pista in 3 turni da 20 minuti, per un totale di 26 giri percorsi, durante i quali ho fatto alcune prove su dei pezzi sui quali stiamo effettuando dello sviluppo.
Abbiamo provato una nuova frizione e dei perni ruota diversi e nel complesso ho ottenuto dei feedback positivi. Stiamo aspettando altri componenti da provare in pista, ma per questa sessione non erano ancora disponibili. Anche Okubo ha avuto un inizio positivo e sta trovando il feeling con questa moto perciò siamo fiduciosi e contenti di come la nuova stagione stia iniziando”.

Sii il primo a commentare
     

Il team Kawasaki Puccetti Racing non sarà presente questa settimana ad Jerez de la Frontera, dove si terranno le primissime sessioni di test ufficiali della massima categoria del Campionato Mondiale Motul FIM WorldSBK dedicati alla stagione 2018.

Settimana scorsa il padre di Toprak Razgatlioglu si è spento in un brutto incidente motociclistico e a seguito del lutto famigliare che ha colpito il giovane turco, la sessione di test per la squadra di Reggio Emilia è stata annullata.

Tutto lo staff del team Kawasaki Puccetti Racing è vicina a Toprak ed estende a tutti i suoi famigliari il suo profondo cordoglio.

Sii il primo a commentare
     

Toprak Razgatlioglu correrà con il team Kawasaki Puccetti Racing in Superbike nel 2018.

Dopo un’incredibile stagione 2017 nel campionato STK1000, che lo ha visto contendersi il titolo iridato fino all’ultimo round e arrivare secondo, complice anche un infortunio che lo ha costretto a saltare la gara di Magny Cours in Francia, il campione STK600 europeo 2015 ha firmato per un anno con la squadra di Reggio Emilia nel massimo campionato delle derivate di serie.

L’impegno del team Kawasaki Puccetti Racing nel 2018 continuerà con una sola moto al via del Campionato Mondiale FIM WorldSBK, mentre nel Campionato Mondiale FIM WorldSSP ci saranno le due Kawasaki ZX-6R pilotate dai già confermati Kenan Sofuoglu e Hikari Okubo.

Manuel Puccetti, team principal:

“Nel 2018 continueremo a schierare una sola moto nel Campionato Superbike. Quest’anno, ma anche in passato, Toprak ha dimostrato di essere un pilota di talento e siamo sicuri che sia pronto a compiere questo passaggio nella massima categoria del mondiale. La nostra prima stagione come team cliente è stata positiva e l’esperienza che abbiamo acquisito prima con Randy, poi con Anthony e top riders come Haslam e Guintoli sicuramente ci è servita per essere pronti ad affrontare al meglio il prossimo anno. Il nuovo regolamento potrebbe permetterci di diminuire il gap tra la nostra moto e gli ufficiali, quindi siamo fiduciosi che nella stagione 2018 avremo tutti i mezzi per permettere a Toprak di imparare presto questa moto ed essere competitivo”.

Toprak Razgatlioglu #54:

“Il 2017 è stata davvero una bella stagione e purtroppo abbiamo mancato il titolo STK1000 dopo l’infortunio in Francia per davvero pochissimi punti. Se avessi potuto correre a Magny Cours, sicuramente avrei avuto più margine per lottare. Sono felice di passare in Superbike l’anno prossimo! Ormai sono diverse stagioni che corro con il team Puccetti, conosco la squadra, la sua professionalità e perciò so che avrò tutto ciò di cui avrò bisogno per imparare la nuova moto ed arrivare presto a lottare per dei buoni risultati. Ringrazio Manuel e Kawasaki per questa opportunità e non vedo l’ora arrivino i test di fine mese a Jerez per tornare in pista”.

Sii il primo a commentare
     

Losail, 4 novembre 2017. Al Circuito di Losail termina la stagione 2017 per il team Kawasaki Puccetti Racing con un altro solido risultato in top ten del suo pilota Superbike Sylvain Guintoli, che giunge anche al traguardo di Gara 2 in ottava posizione.
Scattato dalla quinta casella dello schieramento grazie all’ottavo posto di ieri in Gara 1, il pilota francese si è mantenuto nella top five subito dopo il semaforo rosso, ma nelle fasi successive non è riuscito a difendersi dagli attacchi avversari, scivolando ottavo.
Portatosi alle spalle di Laverty, Guintoli ha continuato a battagliare per cercare di strappargli il settimo posto, ma infine ha dovuto cedere il passo al pilota irlandese.
Per il team di Reggio Emilia la prima stagione in Superbike si conclude con un bilancio positivo e l’obiettivo è già concentrarsi sulla prossima stagione a partire dai test invernali che si svolgeranno a fine mese sul circuito di Jerez.

Sylvain Guintoli #05, P8 (+17.869)
“È stata una bella battaglia quella di oggi con Laverty! Ci siamo passati diverse volte, e mi sono divertito parecchio. Anche oggi abbiamo terminato un’altra solida performance in gara. Non siamo arrivati al traguardo tanto distanti dai primi e soprattutto dalle moto ufficiali, perciò sono davvero soddisfatto di questo risultato. Ringrazio i miei meccanici e tecnici per l’ottimo lavoro! Il livello della squadra è alto ed è molto professionale e questo ci ha sicuramente permesso di ottenere buoni risultati in questi ultimi due round della stagione”.

Sii il primo a commentare
     

Losail, 4 novembre 2017. Sotto i riflettori del circuito del Qatar si conclude la stagione 2017 del Campionato Mondiale Supersport con un’altra sensazionale impresa di Kenan Sofuoglu. Il campione turco, rientrato dopo solo un mese dall’infortunio al bacino subito in Francia, ha condotto un’altra prova eccezionale in rimonta, conquistando un incredibile terzo posto e segnando il giro più veloce in gara.
Nonostante il risultato, il pilota del team Kawasaki Puccetti Racing non riesce a difendere il titolo mondiale, che va al pilota francese Mahias, ma chiude una brillante stagione ricca di successi e di momenti difficili come secondo classificato in classifica generale.
5 primi posti, secondo a Lausitzring e terzo in Qatar, questo il bottino di Sofuoglu nell’anno 2017, che lo ha visto a podio in tutte le gare alla quale ha preso il via, salvo il round di Aragon dove non ha finito perché colpito da un altro pilota.
Il turco ora già pensa a tornare vittorioso nella prossima stagione nella quale continuerà a correre con la squadra di Reggio Emilia.
Ottima performance anche per il compagno di squadra Anthony West. Scattato 12esimo, chiude quinto dopo una gara combattutissima e in rimonta dalla retrovie.
Sfortunato invece Michael Canducci, pilota del team 3570 Puccetti Racing FMI. Partito bene dal 10imo posto in griglia, l’italiano esce di scena al primo giro dopo essere stato colpito da un avversario alla sesta curva.

Kenan Sofuoglu #54, P3 (+3.788)
“I dottori mi hanno aiutato tutto il fine settimana per permettermi di disputare la gara oggi, ma fin da subito mi hanno messo in guardia sul rischio che correvo. Cadere sarebbe stato davvero rischioso per me. Ho pregato che mi lasciassero partecipare e ho promesso che non sarei caduto.  Nei primi giri avevo davvero paura di poter essere toccato da qualche altro pilota in gara, ma quando ho visto che la situazione si è stabilizzata ho iniziato a provare qualche sorpasso e ha ad alzare il mio passo. Quando ho raggiunto il gruppo di testa Caricasulo mi ha rallentato, ma alla fine sono riuscito comunque ad arrivare a podio. Onestamente, sono davvero felice. Non abbiamo perso ora il campionato, ma nella gara in cui non abbiamo corso. È stata una stagione straordinaria, sono sempre salito sul podio e dobbiamo solo essere contenti di ciò. Voglio ringraziare tutti i medici che mi hanno aiutato questo weekend, specialmente la direttrice Monica. Nonostante non abbia vinto il campionato sono davvero soddisfatto e felice!”.

Anthony West #13, P5 (+7.946)
“Dopo una buona partenza mi sono portato all’interno ritrovandomi imbottigliato nel gruppo di piloti e perdendo alcune posizioni. Nonostante ciò mi sentivo forte, il mio passo era ottimo e ho continuato a spingere per cercare di raggiungere gli altri avversari e sorpassarli. Speravo in un risultato migliore, ma sono comunque felice!”

Michael Canducci #65, NQ 
“Sono davvero molto dispiaciuto di finire così questo anno in Supersport. Oggi potevamo davvero fare bene, ma subito al primo giro sono stato colpito da un altro pilota e sono stato costretto a ritirarmi. Peccato! Speravo davvero di poter chiudere la stagione con un buon risultato“.

Sii il primo a commentare